Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore polmone
Tumore Vescica

La terapia di mantenimento con Rituximab migliora la sopravvivenza nei pazienti di sesso maschile con linfoma diffuso a grandi cellule B


Lo studio prospettico, randomizzato, multicentrico HD2002 ha valutato l'efficacia della terapia di mantenimento con Rituximab ( somministrato alla dose di 375 mg/m2 ogni 3 mesi per 2 anni ) rispetto a una coorte di osservazione nel trattamento del linfoma a cellule B CD20 positivo.

Lo studio ha sottoposto ad analisi statistica 295 set di dati relativi a 321 pazienti, 161 dei quali randomizzati nel gruppo di trattamento e 160 nel gruppo di osservazione.

La sopravvivenza libera da recidiva ( RFS ) stimata a 5 anni è stata dell'81% nel gruppo di trattamento e del 70% nel gruppo di osservazione ( log-rank test, P = 0.047 ).

Nel sottogruppo di pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B ( n = 152 ), la sopravvivenza libera da recidiva a 5 anni è stata eccellente, raggiungendo l'87% nel gruppo di trattamento e l'84% nel gruppo di osservazione ( log-rank test, P = 0.35 ).
In particolare, per i pazienti maschi appartenenti al sottogruppo con linfoma diffuso a grandi cellule B, la sopravvivenza libera da recidiva è risultata significativamente aumentata nel gruppo di trattamento rispetto al gruppo di osservazione ( sopravvivenza libera da recidiva a 5 anni: 88% vs 74%; log-rank test, P = 0.05 ).

L'analisi dei dati con i modelli di regressione di Cox ha mostrato una significativa associazione fra trattamento e genere del paziente per quanto riguarda la sopravvivenza globale ( P = 0.0006 ) e la sopravvivenza libera da recidiva ( P = 0.02 ), con un rischio inferiore nelle femmine rispetto ai maschi all'interno del gruppo di osservazione ( sopravvivenza globale [ OS ] nel gruppo di osservazione: hazard ratio [ HR ] femmina/maschio = 0.11; intervallo di confidenza [ IC ] 95%: 0.00-1.03; sopravvivenza libera da recidiva: HR femmina/maschio = 0.27: IC 95%: 0.05-0.97 ) e senza significative differenze di genere nel gruppo di trattamento.

In conclusione, la terapia di mantenimento con Rituximab si è dimostrata in grado di migliorare la sopravvivenza nei pazienti maschi con linfoma diffuso a grandi cellule B. ( Xagena )

Witzens-Harig M et al, Br J Haematol 2015; 171: 710-719

Xagena_Ematologia_2015



Indietro