Passamonti Neoplasie ematologiche
Arcaini Ematologia
Bringhen - Mieloma
Janssen Oncology

Aggiornamento dei dati di sopravvivenza libera da progressione e profondità di risposta in IKEMA, uno studio randomizzato di fase III con Isatuximab, Carfilzomib e Desametasone versus regime Kd nel mieloma multiplo recidivato


L'anticorpo anti-CD38 Isatuximab ( Isa; Sarclisa ) in combinazione con Carfilzomib ( Kyprolis ) e Desametasone [ regime Kd ] è approvato in vari Paesi per i pazienti con recidiva di mieloma multiplo dopo una o più precedenti terapie, sulla base dell'analisi primaria ad interim dello studio di fase 3 IKEMA.

Sono stati riportati i risultati aggiornati di efficacia e sicurezza di IKEMA.

L'analisi prespecificata ( 179 pazienti randomizzati a regime Isa-Kd, 123 a regime Kd ) ha valutato la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) ( endpoint primario ) a 159 eventi PFS, la sopravvivenza libera da progressione secondaria ( PFS2 ), tasso di negatività per malattia minima residua ( MRD ), tasso di risposta completa ( CR ), malattia MRD-negativa e tasso di risposta CR in tutti i pazienti, e sicurezza.

Isatuximab 10 mg/kg è stato somministrato per via endovenosa settimanalmente per 4 settimane e poi ogni 2 settimane; il regime Kd ( 20/56 mg/m2 ) è stato somministrato in entrambi i bracci.

Al cutoff, 49 ( 27.4% ) pazienti nel regime Isa-Kd e 11 ( 8.9% ) nel regime Kd erano ancora in trattamento.

Al 14 gennaio 2022, il follow-up mediano era di 44 mesi.

L'aggiornamento della sopravvivenza libera da progressione era coerente con i risultati dell'analisi primaria ad interim che hanno dimostrato un beneficio significativo a favore del regime Isa-Kd ( hazard ratio, HR=0.58; IC 95.4% 0.42–0.79 ) con una sopravvivenza PFS mediana di 35.7 vs 19.2 mesi nel regime Isa-Kd verso regime Kd.

L'hazard ratio della sopravvivenza PFS2 è stato pari a 0.68 ( IC 95%: 0.50–0.94 ) con una sopravvivenza mediana di PFS2 47.2 vs 35.6 mesi nel regime Isa-Kd versus regime Kd.

Con un follow-up aggiuntivo e utilizzando il test di immunofissazione Hydrashift Isatuximab, il tasso di risposta completa finale è stato del 44.1% nel regime Isa-Kd contro il 28.5% nel regime Kd.
Il 33.5% dei pazienti ha raggiunto malattia MRD- con il regime Isa-Kd contro il 15.4% nel regime Kd.

Il tasso di pazienti con risposta completa e negatività per la malattia minima residua è stato del 26.3% nel regime Isa-Kd contro il 12.2% nel regime Kd.

I profili di sicurezza in entrambi i bracci sono rimasti coerenti con i precedenti dati di IKEMA.

Gravi eventi avversi correlati al trattamento ( TEAE ) sono stati segnalati nel 70.1% dei pazienti nel gruppo Isa-Kd contro il 59.8% in quelli nel regime Kd.
Gli eventi TEAE più comuni, di qualsiasi grado e non-ematologici in Isa-Kd sono stati: reazione all'infusione ( 45.8% ), diarrea ( 39.5% ), ipertensione ( 37.9% ) e infezione del tratto respiratorio superiore ( 37.3% ).

In conclusione, questi risultati hanno mostrato una sopravvivenza mediana libera da progressione, un tasso di risposta completa, un tasso di malattia minima residua e un tasso di risposta completa senza precedenti in un regime senza Lenalidomide, con benefici nella linea successiva e un profilo di sicurezza gestibile.
I risultati forniscono elementi a sostegno del regime Isa-Kd come trattamento standard per i pazienti con mieloma multiplo recidivante. ( Xagena )

Moreau P et al, VP2-2022, ESMO Virtual Plenary, 2022

Xagena_OncoEmatologia_2022



Indietro