Ematologia Amgen
GSK Ematologia
Janssen Oncology
Celgene Ematologia

Follow-up a lungo termine della terapia con cellule CAR-T anti-CD19 per il linfoma a cellule B e leucemia linfatica cronica


Le cellule T che esprimono i recettori chimerici per l'antigene ( CAR ) anti-CD19 possono causare remissioni complete del linfoma recidivato.

È stata valutata la durabilità a lungo termine delle remissioni e gli effetti avversi a lungo termine dopo la terapia con cellule CAR-T anti-CD19 nota come Axicabtagene ciloleucel ( Axi-cel; Yescarta ).

Tra il 2009 e il 2015, sono stati trattati 43 pazienti con cellule CAR-T anti-CD19 precedute da chemioterapia di condizionamento a base di Ciclofosfamide più Fludarabina.
Tre pazienti sono stati nuovamente trattati per un totale di 46 trattamenti con cellule CAR-T.

Ventotto pazienti avevano un linfoma aggressivo ( linfoma diffuso a grandi cellule B o linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B ), 8 pazienti avevano un linfoma di basso grado ( 5 con linfoma follicolare e 1 ciascuno con linfoma splenico della zona marginale, linfoma mantellare e linfoma non-Hodgkin a basso grado non-specificato ) e 7 pazienti presentavano una leucemia linfatica cronica ( LLC ).
I pazienti sono stati trattati in tre coorti che differivano nel processo di produzione delle cellule CAR-T e nella dose di chemioterapia di condizionamento.

Dei 43 pazienti trattati, il 63% presentava linfoma refrattario alla chemioterapia. I pazienti avevano ricevuto una mediana di 4 precedenti linee di terapia.
La dose mediana di cellule CAR-T per chilogrammo era 2X10(6).

Il tasso di remissione complessivo è stato del 76% con il 54% di remissioni complete ( CR ) e il 22% di remissioni parziali ( PR ).

I pazienti con remissioni complete avevano livelli mediani di picco ematico più elevati ( 86 cellule CAR-T/µL ) rispetto a quelli che non-avevano remissione completa ( 16 cellule CAR-T/µL, P = 0.0041 ).

Gli effetti avversi a lungo termine erano rari ad eccezione della deplezione delle cellule B e dell'ipogammaglobulinemia, entrambe migliorate nel tempo.

In conclusione, questo è lo studio di follow-up più lungo condotto su pazienti che hanno ricevuto cellule CAR-T anti-CD19.
Le cellule CAR-T anti-CD19 causano remissioni altamente durature del linfoma a cellule B recidivante e della leucemia linfatica cronica.
Gli effetti avversi a lungo termine sono stati rari e generalmente lievi. ( Xagena )

Fonte: American Society of Clinical Oncology ( ASCO ) Virtual Meeting, 2020

Xagena_OncoEmatologia_2020



Indietro